La nutrizione rientra tra i bisogni primari dell’uomo. Alimentarsi in modo adeguato attraverso una dieta bilanciata ed appropriata al sesso, all’età e alla propria costituzione non sempre è facile. Talvolta si incorre in “stili” e abitudini alimentari che possono danneggiare gravemente il proprio organismo, le cui ripercussioni possono essere riscontrate anche a distanza di anni.

I disturbi del comportamento alimentare (DCA) sono patologie caratterizzate da un’alterazione delle abitudini alimentari e da un’eccessiva preoccupazione per il peso e per le forme del corpo. Essi rappresentano la manifestazione di una sofferenza psichica molto profonda, spesso di natura ansiosa e/o depressiva.

I DCA spesso insorgono durante l’adolescenza e colpiscono soprattutto il sesso femminile, anche se negli ultimi anni tale disturbo sembra interessare anche gli uomini. In Italia oltre 3 milioni di persone soffrono di DCA.

Soffrire di un disturbo alimentare sconvolge fortemente la vita di una persona: tutto ruota attorno al pensiero del cibo (quanto e cosa mangiare) e al terrore di ingrassare. L’aspetto e le forme del proprio corpo sono percepite in modo alterato tanto da apparire molto distorte dalla realtà. Ciò ha pesanti ripercussioni sugli aspetti relazionali, familiari, professionali.

Alcuni dei gravi e pericolosi comportamenti caratteristici di una persona che soffre di un Disturbo del Comportamento Alimentare sono: digiuno, restrizione dell’alimentazione, crisi bulimiche (l’ingestione una notevole quantità di cibo in un breve lasso di tempo accompagnata dalla sensazione di perdita il controllo), vomito autoindotto, assunzione di lassativi e/o diuretici per contrastare l’aumento ponderale, intensa attività fisica finalizzata alla perdita di peso. Ricorrere ad uno o più dei seguenti comportamenti, non significa necessariamente avere un disturbo alimentare: il DSM 5 stabilisce infatti dei precisi criteri che definiscono la presenza o meno di un Disturbo del Comportamento Alimentare.

A favorire l’insorgenza ed il perpetuarsi dei Disturbi del Comportamento Alimentare sono la concomitanza di molteplici e diversificati fattori. Tra i fattori predisponenti l’insorgenza compaiono specifiche caratteristiche individuali (tra le quali spicca una vulnerabilità legata ad una bassa autostima), familiari (in cui spesso emergono atteggiamenti genitoriali ipercritici) e socio-culturali (esaltazione di un modello femminile caratterizzato da un’eccessiva magrezza).

Soltanto una piccola percentuale di persone affette da un disturbo alimentare si rivolge ad esperti clinici per richiedere un aiuto professionale. Spesso infatti non esiste una reale consapevolezza della presenza di un disturbo, né un’autentica motivazione ad intraprendere un lavoro terapeutico. L’adozione di abitudini alimentari pericolose per il proprio organismo spesso non è così evidente e talvolta la perdita di peso ponderale è rinforzata dall’aumento di autostima. In altri casi è la presenza di un senso di vergogna e/o colpa ad ostacolare una richiesta di aiuto.

Spesso sono i familiari ad accorgersi, dopo un po’ di tempo, della presenza di un reale problema e ad insistere perché il parente con DCA intraprenda un percorso di terapia.

Riconoscere di avere un problema o di utilizzare sintomi del disturbo alimentare nel disperato tentativo di risolvere le proprie difficoltà costituisce un grosso passo avanti nella direzione della cura.

Spesso il disturbo alimentare è associato ad altre patologie psichiatriche, in particolare la depressione, ma anche i disturbi d’ansia, l’abuso di alcool o di sostanze, il disturbo ossessivo-compulsivo e i disturbi di personalità. Possono anche essere presenti comportamenti di tipo auto-aggressivo.

Lo Studio Psicologi Pigneto si avvale della presenza di Psicoterapeute con una formazione ed un’esperienza specifiche nell’area dei Disturbi del Comportamento Alimentare. Il lavoro terapeutico risulta fondamentale per tentare di aprire la strada verso la guarigione. Ad affiancare il percorso psicologico è la preziosa presenza di un Nutrizionista e di uno Psichiatra, laddove ce ne sia la necessità.

 

Servizi psicologici attivi per i DCA:

  • Colloqui di Consulenza psicologica
  • Sostegno psicologico offerto sia alla persona con DCA che alla sua rete familiare
  • Sedute di psicoterapia individuale
  • Sedute di psicoterapia familiare

 

Contatti:

Studio Psicologi Pigneto

Dott.ssa Cecilia Belardelli            cell.  333 2862037

Dott.ssa Flavia Santarini              cell.  348 7514108

 

Comments are closed.

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.