(di Campanini S., Battafarano R., Iozzino R.)

In questa ricerca viene esaminata l’evoluzione naturale della lettura del brano, della lettura delle parole e delle non parole e della comprensione del testo in ragazzi dislessici mai trattati, che hanno effettuato la diagnosi per la prima volta presso il Centro Trattamento Dislessia della ASL Roma A.

I criteri diagnostici usati sono quelli previsti dalle classificazioni internazionali di riferimento (ICD 10 e DSM IV). Sono stati inseriti ragazzi dalla seconda classe della scuola primaria alla terza classe di scuola secondaria di primo grado.
Nello studio è stata presa in considerazione l’evoluzione dei parametri velocità e accuratezza di lettura dei dislessici non solo in termini assoluti, come nelle precedenti ricerche, ma relativamente alle prestazioni dei normolettori, considerando quindi il gap relativo. In questo caso la distanza tra dislessici e normolettori, con il progredire della classe, si riduce rispetto alla velocità, mentre tende ad aumentare rispetto all’accuratezza.
La comprensione del testo dei ragazzi con disturbo d’apprendimento tende, invece, a peggiorare con l’età.

Leggi l’articolo completo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.